METATAG

page_name: blog
title: Tempi di Quarantena, quali sono i benefici di lavorare online avendo uno Smart Work?
keyword: Corona, Virus, Quarantena, Smart Working,
description: Lo smart working con il coronavirus
img: mediahttps://gestisci.succoaloevera.it/media/16844/smart-working.png



Incaricato Indipendente Forever Living Products IDFLP: 390521032973
 

Chiesa Gustavo

by SUCCOALOEVERA.it

12
Blog

Tempi di Quarantena, quali sono i benefici di lavorare online avendo uno Smart Work?

Lo smart working con il coronavirus

04/04/2020

 

Oggi giorno si sta sentendo sempre più parlare di questo Smart Work o Smart Working ma che cosa è realmente e come funziona questa modalità Smart?

 

Possiamo iniziare a cercare di capire cosa sia lo Smart Work (o Smart Working):

Lo smart working è una modalità di lavoro riconosciuta dal punto di vista legale con la legge numero 81 del 22 maggio 2017.

 

Questo consiste nel lasciare ai lavoratori dipendenti quasi assoluta libertà per quanto riguarda il luogo e gli orari di lavoro, detto anche lavoro agile, è necessario un contratto individuale fra datore di lavoro e dipendente. Esso deve essere volontario per entrambe le parti, con l’eccezione del caso di genitori con figli molto piccoli o disabili, ai quali il diritto a lavorare da casa deve essere garantito finché necessario. Nel contratto, in tutti i casi di smart working, non possono essere incluse penalità per quanto riguarda lo stipendio nè è possibile caricare di lavoro chi ne usufruisce più degli altri dipendenti in sede.

 

Quindi, il datore di lavoro non può chiedere al dipendente di restare on-line per una determinata fascia oraria, deve essere garantito il così detto diritto alla disconnessione, ma può essere richiesto, invece, di portare a termine degli obbiettivi entro certe scadenze.

 

 

I contratti per lo smart working possono essere a tempo determinato o indeterminato. Quelli a tempo indeterminato, tranne nel caso di genitori con figli disabili, possono essere rescissi in qualsiasi momento con un preavviso di almeno 30 giorni. Se a tempo determinato, invece, la fine anticipata del periodo di lavoro agile deve essere accompagnata da una valida giustificazione.

 

Questo non significa che egli è obbligato a fornire computer, connessione e tutto quello che può servire.

Significa che se l’azienda subisce danni o cali di produttività dovuti agli apparecchi di cui il dipendente dispone per lavorare da casa la responsabilità non è del lavoratore. Inoltre, se previsti, il lavoratore in smart working non avrà diritto ai buoni pasto o ai ticket per la mensa

 

Con l’emergenza corona virus in Italia le modalità dello smart working sono cambiate per renderlo più semplice. 

 

Le modifiche sono entrate in vigore a partire dal 1 marzo 2020, anzitutto non è necessario, per tutta la durata dell’emergenza, ricorrere alla forma del contratto individuale. 

Le aziende possono mandare i loro dipendneti in smart working attraverso un unico contratto collettivo.

 

Lo smart working non è stato reso obbligatorio ma i datori di lavoro possono decidere se ed in che misura applicarlo.

Se è previsto dal contratto, il dipendente posto nella condizione di lavoro agile non potrà recarsi mai in azienda. Infatti, con il divieto di uscire senza giustificazione, per chi è in smart working non conterebbe la motivazione del lavoro e, quindi, rischierebbe problemi legali se fermato dalla polizia. Inoltre, chi è in quarantena o in isolamento fiduciario per legge non può eseguire in nessun caso prestazioni lavorative.

 

Ecco alcuni Vantaggi per i Lavoratori & per le Aziende

 

Lavoratori

 

  • Creazione di un rapporto fiduciario con il proprio manager e con i colleghi.
  • Maggior consapevolezza del proprio lavoro e dei propri obiettivi e opportunità di crescita professionale e personale.
  • Maggior flessibilità a lavoro sia in termini di orari (non esiste più l'8–17 e timbro del cartellino) sia in termini di spazi (lavoro da coworking, da casa, da parco, da filiale, da qualsiasi posto, garantendo la sicurezza dei dati)
  • Possibilità di lavorare in un ambiente dinamico, trasparente, innovativo e collaborativo.
  • Possibilità di gestire meglio il proprio tempo e migliorare l’equilibrio vita lavorativa-vita personale
  • Aumento produttività: più serenità a lavoro significa più produttività.

Aziende

  • Riduzione dei costi. Riorganizzando gli spazi ed inserendo politiche di desk sharing, ambienti comuni, silent room, per andare incontro alla mobilità e flessibilità del lavoro, gli uffici si riducono, come i costi collegati. La riduzione dei costi è anche legata all'ottimizzazione dei processi (riduzione tempistiche, anomalie, rischi) e all'utilizzo di tecnologie collaborative che migliorano gli standard di lavoro.
  • Aumento brand awareness: un’azienda che adotta politiche di Smart Working, si distingue sul mercato ed è più attrattiva: per clienti, come per partner che - soprattutto - per futuri dipendenti. Si è più appetibili sul mercato e ci sono meno difficoltà nella ricerca di talenti.
  • Aumento produttività: lavoratore più produttivo, significa team più produttivo, che significa organizzazione più produttiva.
  • Possibilità di avere un ambiente di lavoro coeso, trasparente, collaborativo (perché il lavoratore è ingaggiato e coinvolto. Come già citato sopra nei vantaggi del lavoratore), che genera continuamente idee e le sperimenta internamente, per migliorare processi o offerta ai clienti.

 


Gustavo Chiesa.


Tutti i prodotti visibili nel sito succoaloevera.it sono prodotti Forever Living Products
P.IVA 04714820265 | © Succoaloevera.it - Tutti i diritti riservati | Privacy Policy

Gustavo

Login